Telf. 0034 638 118 780    contacto@helixrentaboat.com

Puerto Deportivo Marina de Formentera – La Savina Formentera (Islas Baleares)

Affitto e prenotazione di barche a Formentera. Inserisci le date per verificare la disponibilità e le offerte

Formentera

Formentera è la più piccola isola abitata delle Baleari (Spagna). Si trova a sud dell’isola di Ibiza a solo 2 miglia nautiche da esso (circa 3 chilometri), anche se la distanza tra i porti di Ibiza e La Savina (Formentera) è di 12 miglia (19,3 km).

Nonostante sia una piccola isola (83.2Km2), la sua forma ritagliata significa che ha un ampio tratto di costa (69 km) in proporzione alla sua superficie, con molte spiagge, numerose insenature e luoghi solitari dove perdersi. L’isola è piccola, ma accessibile e confortevole. Possiamo attraversarlo per la maggior parte in bicicletta, lungo i sentieri verdi, le foreste di pini e ginepri e il suo interno rurale. Per i viaggi più lunghi possiamo usare un’auto o una moto.

L’isola di Formentera si distingue per la sua grande bellezza ambientale e per il suo paesaggio ancora selvaggio di dune e spiagge, che sono conservate in condizioni eccellenti. Appena sbarcati a Formentera respireremo quell’aria di calma caratteristica e immediatamente resteremo affascinati dalle sue acque, uniche per la loro trasparenza e il colore turchese che evoca le latitudini tropicali.

Spiagge di Formentera

Formentera è conosciuta e apprezzata a livello turistico per le sue spiagge di acque trasparenti e sabbia bianca e fine che silenziano il visitatore con i suoi toni turchesi. Si tratta di spiagge protette e poco modificate dall’uomo, ma situate in un territorio dotato di moderne infrastrutture turistiche di carattere familiare.

Osservando il particolare profilo di Formentera, si stabiliscono tre grandi distese di spiagge: sul lato nord-est le coste di Llevant e Tramuntana, sul lato opposto, la costa nord-occidentale con le spiagge più famose dell’isola, Illetes e Cavall d’en Borràs a sud la costa di Migjorn.

La penisola di Es Trucadors, a nord dell’isola, è una lunga lingua di sabbia che si restringe da sud a nord. Le spiagge di Llevant, Ses Illetes e Es Cavall d’en Borràs occupano la parete ovest. Illetes è la spiaggia più famosa dell’isola e la più visitata dai turisti. Anche se nelle ore centrali della giornata registra una grande concentrazione, camminando oltre l’ultimo parcheggio autorizzato si possono trovare tratti quasi deserti, anche in alta stagione.

Inoltre, la vicina spiaggia di Llevant è molto meno affollata di Illetes. Occupa l’intera parete est (ad est) della spiaggia ed è anch’essa di sabbia fine e bianca, sebbene con piccole superfici rocciose. Avanzando verso nord, queste due spiagge sono così poche metri che è possibile estendere l’asciugamano e contemplare entrambi allo stesso tempo.

Tutto questo territorio si trova all’interno del Parco Naturale di Ses Salines d’Eivissa e Formentera, un’area di grande tutela ambientale. Chi lo visita in moto o in auto, deve pagare una tassa all’ingresso del Parco, chi lo accede a piedi, in bicicletta o con veicoli elettrici lo fa gratuitamente.

Nella naturale prosecuzione di Es Trucadors, troviamo S’Espalmador, un’isola privata ma di pubblica utilità. È molto facile camminare a piedi e ha diverse spiagge, la spiaggia più visitata è quella di de S’Alga, sulla sua costa occidentale. Per accedere a S’Espalmador (è vietato attraversare il nuoto a causa delle correnti marine) si fa attraverso una compagnia locale che fa diversi viaggi giornalieri, partendo da Puerto de la Savina e fermandosi alla spiaggia di Illetes. Altre opzioni sono noleggiare un’escursione nautica o noleggiare una barca.

L’altra grande spiaggia dell’isola è la spiaggia di Migjorn. La sua estensione a forma di mezzaluna di 5 km copre l’intero sud dell’isola dalla zona di Es Mal Pas all’area di Es Copinar. La spiaggia di Migjorn ha settori con i propri nomi che differenziano una zona dalle altre, da ovest a est: Es Mal Pas, Es Ca Marí, Racó Fondo, Còdol Foradat, Es Valencians, Es Arenals ed Es Copinar.

Es Caló des Mort merita una menzione speciale. una piccola baia dopo la spiaggia di Migjorn separata dalla zona di Es Copinar da una zona rocciosa e ripida.

Sulla costa occidentale dell’isola predominano le scogliere, tra le quali appare una piccola baia naturale di grande bellezza paesaggistica e acque trasparenti. È la spiaggia di Cala Saona, molto apprezzata dalle famiglie, poiché le sue acque limpide sono poco profonde. Inoltre, è incorniciato da piccole scogliere e un gran numero di bacini di carenaggio in buone condizioni.

La costa di Tramuntana occupa la parte centro-settentrionale dell’isola ed è un tipo di costa bassa e rocciosa. È gratificante camminare, a partire dal Racó de sa Pujada, e tra i numerosi tratti rocciosi è relativamente facile trovare angoli e fessure. È uno dei posti più tranquilli, anche in alta stagione. L’unica città costiera di questa zona, Es Caló de Sant Agustí, è molto apprezzata da residenti e visitatori, dal suo porto di pesca e dai suoi stabilimenti gastronomici qualificati. A soli 2 minuti a piedi si trovano Ses Platgetes, due piccole insenature contigue in cui la sabbia si alterna a superfici rocciose.

All’estremità occidentale di questa costa si trova Cala en Baster, una insenatura rocciosa circondata da alte pareti calcaree dove spiccano le banchine delle barche realizzate in grotte naturali. Per accedervi facilmente devi farlo dalla città di Sant Ferran.

A Formentera ci sono 2 spiagge adattate per persone con mobilità ridotta: Es Pujols e Arenals. Entrambi hanno rampe di accesso, una piattaforma ombreggiata, corrimano, sedie anfibie e bagnini. Arenals ha adattato bagni e parcheggio riservato.

Consigli pratici e informazioni dettagliate nel catalogo della spiaggia

Angoli affascinanti

Formentera è conosciuta per le sue spiagge e acque cristalline, ma se andiamo all’interno troviamo piccole città, fari, torri e mulini a vento, laghi e miniere di sale, grotte e caverne nascoste e meravigliose foreste di ginepri e pini che si alternano a dune e rocce forme capriccioso.

ES CALÓ DE SANT AGUSTÍ
Piccola popolazione di tradizione peschereccia con un porto naturale particolare e ristoranti tradizionali. posto loro legno depositi di barche la cui funzione è quella di proteggere le piccole barche di acqua salata, sono stati dichiarati di interesse culturale nel 2002. La passeggiata intorno è piena di contrasti: le piccole insenature sabbiose di Ses Platgetes ovest e le scogliere Mola ad est. Nelle vicinanze si trova il punto di partenza del percorso verde 25, che attraversa il sentiero storico per salire fino a La Mola, noto come il Camí de Sa Pujada. Mentre saliamo saremo sorpresi dalle migliori vedute dell’isola, il Racó de Sa Pujada e il Pou des Verro.

FARO DE LA MOLA
Nell’estremità orientale dell’isola, è considerato da molti visitatori un luogo magico, come un faro della fine del mondo. Accanto al faro è un monolite in onore dello scrittore Jules Verne per esso fa menzione nel suo libro «Ettore Servadac (viaggi e avventura attraverso il mondo solare)». Il modo più diretto per arrivare al faro da El Pilar de la Mola senza fare un passo sulla strada è di farlo attraverso il percorso verde 29. Questo itinerario è anche un passaporto per viaggiare indietro nel tempo di cento anni fa, il carattere rustico del suo paesaggio rurale , la presenza del bestiame e la piacevole sorpresa di trovare una casa a sinistra della strada catalogata come patrimonio architettonico, per le sue caratteristiche tipiche perfettamente conservate. Una formidabile panoramica dalle scogliere di La Mola darà la ciliegina finale a questa indimenticabile corsa.

FARO DEL CAP DE BARBARIA
L’immagine di un paesaggio quasi desertico, una strada stretta, il faro lontano nel centro e l’azzurro del mare sullo sfondo, fa parte dell’immaginario cinematografico collettivo. Il faro protagonista di questa fotografia catturata da Julio Medem nel film «Lucía y el sexo» è quella di Es Cap de Barbaria, situata nell’angolo sud-occidentale dell’isola. Es Cap de Barbaria è l’altura rocciosa situata a sud dell’isola ed è anche un luogo dove si uniscono sensazioni di immensa solitudine e libertà. È un luogo d’incontro per i tramonti per le meravigliose viste sul magico isolotto di Es Vedrá. A poca distanza dal faro si trova una torre di avvistamento settecentesca, Torre des Garroveret, che proteggeva l’isola dagli invasori. Le vie verdi 8, 10 e 11 ci porteranno qui, passando anche attraverso i siti preistorici di Cap de Barbaria.

ESTANY DES PEIX
È una piccola laguna con una stretta apertura sul mare che consente l’ingresso di piccole imbarcazioni per l’ancoraggio. Questo piccolo lago è un ambiente ideale per la pratica e l’apprendimento di sport acquatici con piccole imbarcazioni: windsurf, kayak, vela … Inoltre, ha piccole spiagge poco profonde, che insieme alla sua temperatura calda superiore a quella del mare, ne fanno una meta ideale per trascorrere un pomeriggio in spiaggia con i bambini.

ESTANY PUDENT E SES SALINES
L’Estany Pudent è il grande lago che si trova a nord dell’isola, tra le popolazioni della Savina e di Es Pujols, e in esso il bagno è vietato. È un luogo altamente raccomandato per camminare a piedi o in bicicletta, sia per il suo valore scenico che per l’importanza per l’avvistamento di molti uccelli. La strada per Es Brolls confina con gran parte del lago e, come suggerisce il nome, contiene «fontane» sotterranee di acqua dolce, rendendo possibile una vegetazione ideale per la nidificazione degli uccelli. In inverno è comune osservare fenicotteri, aironi e germani reali. In questo ambiente particolare, canne, canne e altra flora d’acqua dolce coesistono con la vegetazione adattata all’ambiente salino creando autentiche paludi. Molto vicino troviamo Ses Salines, caratteristiche per le tonalità rosa e viola che presentano, soprattutto in estate. Sono patrimonio culturale di Formentera ed erano l’unica industria dell’isola nell’era pre-turistica.

CAN MARROIG E PUNTA DE SA PEDRERA
Visitando la costa orientale, tra il porto di Savina e Cala Saona, troviamo una costa scoscesa formata da un deserto di rocce dalle forme strane e curiose, che è noto come Sa Pedrera e una volta era una cava. Visitare questa costa dal mare con una barca ci permetterà di godere dell’enorme ricchezza marina che si trova in essa. Si consiglia di praticare lo snorkeling a causa della sua superficialità in prossimità della costa ed è normale vedere le escursioni subacquee per la bellezza dei suoi fondali con una grande presenza di Posidonia. Completano questo paesaggio vario, la prossima area boschiva in cui si trova la tenuta Can Marroig. Qui possiamo goderci l’ombra dei suoi pini e ginepri o fare una breve pausa approfittando delle sue strutture preparate per un picnic in famiglia. Inoltre, questo spazio offre ai visitatori informazioni e attività educative relative all’ambiente naturale protetto.

Altri tour e luoghi con fascino nel Mappa y el Catalogo di percorsi verdi.

Info formentera.es

blanco1

Helix Rent a Boat Formentera

Puerto Deportivo Marina de Formentera, local 6, La Savina – Formentera (Islas Baleares)
Lat. 38º 44′ 2» N / Long. 1º 24′ 55» E
Telf. 0034 638 118 780
contacto@helixrentaboat.com

Helix Rent a Boat © 2019
Aviso legal | Contacto